07 ago

al

10 ago

31 luglio – CAE OCCUPATA | 7 agosto – CAE SGOMBERATA

CAE

Città dell’altra economia

Ma la città di chi?

Uno spazio come quello dell’ex-Mattatoio è ancora una volta teatro di una ennesima tragedia tutta romana: il Comune non si cura degli spazi della città, di tutti quegli spazi che potenzialmente potrebbero rappresentare socialità, solidarietà, cambiamento, qualità della vita, energie alternative, ecososteniblità, cultura. Da un bando iniziale poco chiaro, quello lanciato qualche anno fa quando la CAE nacque, ora c’è un nuovo bando altrettanto poco chiaro, dal quale scompare del tutto la mission dello spazio (altra economia, cooperativismo, fonti di energia). In questo momento, la zona è fortemente a rischio di speculazioni immobiliari piuttosto pesanti, e la manovra sembra tutta in questa direzione. Se l’urgenza della situazione attuale fa sembrare questa occupazione “solo” una vertenza per non perdere uno spazio, è necessario ancora un volta denunciare le politiche urbane dell’amministrazione di questa città.  Nel 2007, le realtà assegnatarie sono entrate senza un progetto comune e lo sviluppo nel tempo della CAE è stato vittima di una situazione di partenza deficitaria, nei contenuti, nella partecipazione, nella condivisione.

E ora, non contenti, si riparte con le stesse prerogative: mancanza di trasparenza, un’impostazione imprenditoriale che non tiene conto delle finalità stesse di un luogo del genere, assenza di progettualità condivisa di lungo periodo, e in ultimo, clientelarismo.

E’ di stamattina la notizia che la CAE è stata sgomberata.

Questo pomeriggio alle ore 18.00

assemblea cittadina

con il comitato di sostegno alla CAE

presso il Teatro Valle Occupato.

***

DI SEGUITO ALCUNI LINK PER FARE CHIAREZZA SULLA SITUAZIONE da COMUNE-INFO che più di tutti ha seguito la vicenda

Città dell’altra economia su Comune-info
Dalla sua nascita (fine marzo 2012) Comune-info, sito di informazione indipendente dedicato ai temi sociali, dell’economia solidale e dei beni comuni (con particolare attenzione a Roma e nel Lazio), ha seguito e raccontato l’esperienza della Città dell’altra economia. Diversi di noi a livello singolo sono parte della Cae, nell’ultimo mese come gruppo redazionale abbiamo anche pubblicamente appoggiato il Comitato di sostegno della Cae.
Attraverso la tag «Città dell’altra economia» è possibile dunque leggere diversi articoli (non ci sono cose più vecchie, a cui comunque si è accennato durante l’assemblea e di cui in ogni caso si trovano cose sparse in rete più o meno dignitose).
Il primo pezzo, «La città senza chiavi», fa una buona sintesi di quanto accaduto nell’ultimo anno e mezzo circa. «Ribelli creativi in difesa della Cae» racconta la protesta per l’ultimo bando, il vero punto di rottura (con l’amministrazione e inevitabilmente con l’unica organizzazione, Aiab, che ha abbandonato il consorzio per poter arrivare agli accordi con la destra). Molto utile è la Lettera aperta del consorzio Cae ai «nuovi» vincitori del bando, dopo l’accordo sottobanco con la destra. Comune-info ha anche segnalato il tentativo di un gruppo della destra di occupare una parte dell’ex mattatoio qualche settimana fa («Le mani della destra su Testaccio»). E arriviamo ai giorni dell’occupazione e dello sgombero con «La Cae occupata, le bruschette e le api», ma soprattutto «Cae, appello dopo lo sgombero» che in realtà raccoglie diverse cose: le centinaia di adesioni di singoli e organizzazioni sociali all’appello «Io sono il numero 9» (uno dei pretendenti della Cae aveva detto che il presidio era promosso da solo otto persone che non rappresentano nulla…), la cronaca della mattina dello sgombero e l’ultimo appello dopo l’assemblea al Valle («Il tempo per danzare», infine, prova a leggere questa esperienza in un contesto più ampio).

 

 

, , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. Appello del Consorzio Cae sgomberato alla società civile | territorioparmaovest - 29 agosto 2012

    […] su Comune-info della Fondazione Valle Bene Comune per gestire in modo partecipato il teatro), annuncia l’assemblea del Comitato di sostegno alla Cae di oggi (ore 18): «Uno spazio come quello dell’ex-Mattatoio è ancora una volta teatro di una ennesima tragedia […]

Lascia un Commento

css.php