29 Nov

al

30 Nov

Assemblea pubblica “#tristeèlacittà | Vogliamo cambiare rotta!” 29 novembre ore 16:00 @SpinTimeLab

#tristeèlacittà | Vogliamo cambiare rotta!

ASSEMBLEA PUBBLICA
29 NOVEMBRE ore 16:00 @Auditorium di SPIN TIME LAB
via statilia 15 – Roma

 

Triste è la città che chiude i suoi TEATRI, che chiude le sue CASE, che chiude il suo LAVORO, che chiude le sue PERIFERIE, che chiude gli occhi.

 

Il panorama che abbiamo davanti agli occhi è deprimente. La scena culturale a Roma è al collasso. Il Teatro Eliseo è stato chiuso dalla forza pubblica dopo una gestione fallimentare dei privati ma dopo che per anni è stato il teatro privato più finanziato con risorse pubbliche. Modelli in crisi? Il Teatro Palladium non è più sede del RomaEuropaFestival, unica programmazione internazionale di rilievo a Roma, ed è tenuto aperto a stento con un progetto di cui si capisce poco la natura. Al Quirino – un tempo teatro di patrimonio pubblico ETI come lo fu il Valle e regalato ai privati – confusione e poca trasparenza sulla gestione. Teatro India, la scena off della città, luogo naturale della ricerca e delle compagnie emergenti, è stato chiuso per lavori discutibili decisi dall’allora direttore Lavia e rimane – una sala esclusa – un cantiere. Al Teatro dell’Opera altro pasticcio: mancanza di una direzione, di un progetto e di finanziamenti. I lavoratori protestano, per salvare quelli che forse sono anche dei privilegi, ma rientrano firmando un contratto capestro in cui si impegnano a non scioperare. Un precedente pericolosissimo per tutti. Cinema America, sgomberato e punto. Chiudono a decine le sale cinematografiche, chiudono le librerie. I Teatri di cintura a forza di definanziarli, lottizzarli, e ormai monopolizzati da Zetema, stentano a divenire qualcosa: eppure dovrebbero essere i centri propulsivi di azione culturale nei territori, nelle periferie.

Non ci sono idee, non c’è coraggio.

 
Sabato 29 cercheremo di mettere il fuoco sulle politiche culturali a Roma, capire insieme le opportunità che l’esperienza del Valle ha prodotto in questi anni e quelle che ancora dal punto di vista artistico e non solo, può produrre. 
Capire come lo strumento Fondazione possa essere messo a disposizione della città e discutere insieme come trasformare l’interlocuzione in atto tra Fondazione Teatro Valle Bene Comune e Teatro di Roma in un luogo di confronto reale sulle politiche culturali, per scrivere insieme una proposta di progetto artistico e gestionale che sia realmente una sperimentazione sul piano dei beni comuni, frutto di un dialogo con artisti e operatori del settore e uno strumento di progettazione partecipata, invitiamo cittadine e cittadini a prendere parte all’assemblea pubblica
 
Vi aspettiamo!

 

 

assemblea pubblica 

RIPRENDIAMOCI LA CITTA’

#tristeèlacittà
#cambiarerotta

 

, , , , ,

Lascia un commento

css.php