19 Lug

al

31 Lug

Chiamata per giovani attori per “IL MACELLO DI GIOBBE” di Fausto Paravidino | Un esperimento, una produzione del Teatro Valle Occupato

Chiamata per giovani attori

 

Dopo due anni di occupazione il Teatro Valle Occupato quest’estate apre il cantiere del suo primo esperimento di produzione!
Si tratta de ” Il Macello Di Giobbe”, scritto da Fausto Paravidino durante le sessioni di lavoro svolto all’interno del laboratorio di drammaturgia Crisi, che si tiene da oltre un anno in maniera aperta e partecipata sul palcoscenico del Valle.


IL TESTO
Il testo nasce dagli studi approfonditi durante il laboratorio CRISI, partendo dalla lettura del Libro Di Giobbe fino a toccare l’analisi del sistema neo-liberista che ha dato origine alla crisi economica contemporanea. Racconta la storia di Giobbe, della sua famiglia, della sua macelleria, di una banca e di due clown.


PERCHE’ FACCIAMO QUESTA PRODUZIONE?

Perché dopo aver condiviso il passaggio di centinaia di artisti da tutto il mondo, ci sembra sia arrivato il momento giusto per confrontarci.
Perché sta per nascere la Fondazione Teatro Valle Bene Comune.
Perché é un testo concepito e scritto su questo palco.
Perché é un testo che parla del mondo così come a noi oggi appare.
Perché é il giusto compimento del lungo percorso di formazione immaginato e praticato in questi due anni.
Perché, a dispetto della crisi, vorremmo produrre uno spettacolo che coinvolga molti artisti e molte maestranze in uno sforzo comune.
Perché vogliamo coinvolgere e ‘contagiare’ tutti gli altri teatri occupati in Italia.
Perché crediamo in un teatro dove si respira insieme, fatto di relazioni, di lavoro e di cose semplici.
Perché vogliamo migliorare la qualità del nostro lavoro, senza perderne la bellezza, e per farlo abbiamo bisogno di tutte le sue voci.
Perché prendersi cura del Bene Comune è anche creare nuovi modelli di produzione partecipati.


COSA VI PROPONIAMO.

Un’attrice, un attore non si può scegliere con un semplice provino di un paio di minuti. Come lavorat* dello spettacolo rifiutiamo questo ‘commercio’. La nostra produzione inoltre vuole essere aperta e vuole incontrare e coinvolgere giovani attori e attrici nella fascia di età tra i 20 e i 30 anni (L’età è da intendersi scenica e non anagrafica).
A seguito dell’invio dei vostri materiali si delineerà un gruppo di 24 attori/attrici che parteciperanno a 2 sessioni di lavoro Una di conoscenza e una invece di vero e proprio workshop di 3 giorni.
Nella prima sessione si chiederà di lavorare su un pezzo che l’attore vuole presentare, mettendolo a confronto in maniera più libera con Fausto Paravidino. Da questa verranno scelti gli attori e le attrici che prenderanno parte alla seconda sessione di Workshop. In questa produzione abbiamo scelto di costruire cercando di sperimentare tutte le possibilità prima di entrare in una fase di allestimento vero e proprio.
Da questi due momenti sopra descritti emergeranno non soltanto gli attori che prenderanno parte alla messa in scena, ma anche un gruppo più allargato che vorremmo prendesse parte alle prove; per condividere l’esperienza, per mettere in comune conoscenza, linguaggi e pratiche così da poter dar vita ad un “ensemble” del Teatro Valle Occupato

 

OBIETTIVI DELLA PRODUZIONE
Questa produzione vuole aprire una breccia nei modelli teatrali esistenti. Siamo fin troppo consapevoli che commetteremo alcuni errori. Ma ce ne assumiamo la responsabilità. Abbiamo bisogno delle vostre critiche, delle vostre impressioni, dei vostri suggerimenti. Le accoglieremo come dovute e costruttive.
Non vorremmo più sentirci a disagio nei nostri luoghi di lavoro, nei nostri modi di lavoro, nessuno dovrà più esserlo. Vorremmo superare tra attori, maestranze e artisti l’idea di competizione e tornare al piacere di fare arte insieme. Senza superfluo, ma con tutto il necessario!
Il Teatro Valle Occupato si impegna a retribuire tutte le persone che prenderanno parte alla produzione seguendo principi di giustizia e di equità delle paghe.

 

CONVOCAZIONE
Il Teatro Valle Occupato e Fausto Paravidino saranno a vostra disposizione per incontrarvi, parlare e confrontarsi durante questi due momenti preliminari: il colloquio e la presentazione del proprio momento artistico e il workshop.

Il primo colloquio e la presentazione del proprio lavoro si terrà tra il 19 e il 21 Luglio.
Il 19 l’orario sarà dalle 11:00 alle 19:00 ( con pausa dalle 14:00 alle 15:00 ).
Il 20 e il 21 si terrà la mattina dalle 11:00 alle 14:00.
Gli attori invitati a prender parte alla produzione saranno chiamati a lavorare con Fausto Paravidino il 29 – 30 – 31 Luglio dalle 11:00 alle 19:00.

 
PROVE
Le prove si terranno sul palco del Teatro Valle Occupato dal 9 agosto e dureranno fino ai primi di Ottobre quando (in data ancora da definire ) si terrà una prova aperta in serale. Il debutto è previsto a Dicembre (in data da definire) per un totale di 12 repliche.
In  primaveraè prevista una ripresa con una tenitura più lunga.

 
CONTATTI
Potete inviare i vostri materiali (foto, curriculum e showreel se ne avete) entro e non oltre la mezzanotte del 17 Luglio al seguente indirizzo mail: produzione.tvo@gmail.com


Grazie!

Teatro Valle Occupato

, ,

3 Responses to Chiamata per giovani attori per “IL MACELLO DI GIOBBE” di Fausto Paravidino | Un esperimento, una produzione del Teatro Valle Occupato

  1. antonella 11 luglio 2013 at 11:56 #

    Bello. Il superamento delle rivalità e del principio di competizione è sacrosanto. Continuate così, ma la prossima volta, aprite a fascie di età diverse o perlomeno modulari. Sarebbe più giusto e si evita il gioco al massacro del giovane vs meno-giovane.

  2. Andrea 12 luglio 2013 at 13:06 #

    Bella idea!
    Ma si prevede compenso?

  3. rosanna 12 luglio 2013 at 15:07 #

    ero sicura ke il Valle fosse a un passo dalla produzione, ne parlavo già e ora ke lo vedo, sono molto soddisfatta !

Lascia un commento

css.php