24 ago

CIASCUNO A SUO JAZZ / merc 22 – giov 23 – ven 24 / tre giorni di jazz dalle ore 21,30

 

CIASCUNO A SUO JAZZ

 

il Valle Occupato si fa casa del jazz per tre giorni.
Con musicisti contemporanei che sperimentano il jazz e altre forme attraverso l’elettronica, il video, la voce e l’insormontabile classico.
Una tre giorni d’incontro dove il jazz supera la definizione di musica colta, si riscopre teatrale,  suona e agisce, invita alla jam e rimane discreto.

 Sottoscrizione Consigliata 5 euro

 

mercoledì 22 agosto

RAFFAELE CASARANO & MARCO BARDOSCIA

 

Talenti Salentini
Le linee melodiche sviluppate dal contrabbasso di Marco Bardoscia e dal sassofono di Raffaele Casarano si sviluppano e si alternano mai a caso ma seguendo un preciso ordine e precise regole, entro le quali si gioca il mestiere e l’estro dell’improvvisazione dei due jazzisti a partire da temi originali. Un progetto che si inserisce nella filone della migliore sperimentazione dell’avanguardia jazz italiana, nato e sviluppato per le due voci principali: il contrabbasso e il sassofono. Casarano e Bardoscia danno vita a un vero e proprio viaggio attraverso l’elettronica e i pensieri, in cui il ritmo e la suggestione delle note diventano incanto da vivere sulla pelle.

a seguire…

CATTIVE COMPAGNIE

Manlio Maresca spirito indomito e vulcanico ideatore di musica e Carlo Conti
Fabio Sasso (batteria)
Stefano Cesare (contrabasso)

(Influences: charlie parker,john coltrane,massimo urbani,george garzone,booker ervin,ornette coleman,frank tiberi,carlo atti,charles mcpherson,dewey redman,maceo parker,marchel mule,dave liebman,steve grossman,jimmy heat etc…)

 

 

 

 

******

giovedì 23 agosto

GRIDSHAPE
Franz Rosati (elettronica e chitarra preparata)
Francesco Saguto (chitarra classica preparata e distorta)

Franz Rosati pubblica dischi fin dal 2007 e da buon programmatore multimediale costruisce de sé i propri strumenti, ovvero i programmi con cui manipola le fonti audio da cui estrae la sua musica, facendo spesso riferimento a teorie scientifiche per descrivere la sua modalità semi automatica di composizione della musica

Francesco Saguto musicista romano, chitarrista, arrangiatore, compositore e insegnante, sperimenta musica contemporanea e in particolare lavora con la chitarra classica, ukulele e strumenti acustici, elettronici e voce

 

 

a seguire…

CONTI & MARESCA QUARTET

Carlo Conti (sassofono)
Manlio Marsca (chitarra)
Giuseppe Talone (contrabasso)
Marco Valeri (batteria)

 

****

 

venerdì 24 agosto

GRETA PANETTIERI BRAZILIAN TRIO

Greta Panettieri (voce)
Marco Aquarelli (chitarra)
Neney Santos (percussioni)

 

“Sono nata a Roma, in Italia …ho trascorso la mia infanzia in un ambiente davvero creativo, vicino ai suoni della natura ed alla musica. Circondata da ogni genere di strumenti musicali, la mia avventua musicale nasce con il violino, suonando musica classica.” Greta Panettieri

Affascinata da questo mondo di note e suoni, sin da allora la musica è diventata per Greta, una scelta di vita. Nel 1998 partecipa alle clinics di Umbria Jazz come cantante, e vince una delle borse di studio per andare a studiare alla Berklee school, importante scuola di musica jazz a Boston, ma decide invece di andare a New York e crescere musicalmente suonando e cantando dal vivo. Da subito si inserisce nella scena musicale newyorkese, cantando con gruppi jazz ma anche latin, funk R&B, Bossa Nova, insomma sperimentando in varie situazioni. Cantare i diversi generi musicali le permette di imparare perfettamente sia inglese sia il portoghese/brasiliano. Importante la sua passione per il fraseggio ed il ritmo che le ha permesso di sperimentare la sfida del canto improvvisativo jazz, chiamato “scatting”.

 

 

a seguire…

BORIS SAVOLDELLI VOICE ORCHESTRA

Boris Savoldelli voce ed effetti

“Uno spettacolo entusiasmante”, “un vero Genio della voce”, “uno dei più intriganti progetti vocali degli ultimi anni”, “la variante moderna di Bobby McFerrin ed Al Jarreau”, “una voce ipnotica”…questi sono solo alcuni dei commenti entusiastici tributati dalla stampa specializzata di mezzo mondo a Boris Savoldelli ed al suo lavoro con lo strumento voce. Il suo Live set in solo voce, lo scorso settembre, ha conquistato New York con un concerto allo storico The Stone di John Zorn ed infiammato le platee di Russia ed Ucraina nel recente tour primaverile. Nel suo vocal solo live show Boris interpreta i brani del fortunato cd “Insanology”, alcuni personali riarrangiamenti per sola voce dei grandi classici del songbook rock e jazz e ardite sperimentazioni vocali utilizzando solamente la propria voce, una looper machine ed alcuni processori di segnale, senza strumenti aggiuntivi e SENZA BASI PREREGISTRATE!!
Lo spettacolo si basa, per la composizione delle canzoni, su un’idea “mantrica” dei brani, dove la ripetizione continua di brevi porzioni armoniche e ritmiche, sovrapposte le une alle altre, in un delicato e complesso equilibrio ritmico-armonico, creano il brano. Gli spettatori vengono coinvolti in questo originale show che gli permette di “vedere nascere” ogni singola canzone e di ascoltare la voice-orchestra generata dalle corde vocali di Boris.

, , , , , , , , , , , , ,

2 Responses to CIASCUNO A SUO JAZZ / merc 22 – giov 23 – ven 24 / tre giorni di jazz dalle ore 21,30

  1. Luca 21 agosto 2012 at 18:32 #

    Sarà chiesto un contributo all’ingresso di questi concerti jazz?
    Se si, quale sarà l’importo “consigliato”.

    Grazie e buona serata
    L.

    • SINAGUA 22 agosto 2012 at 12:39 #

      Ciao Luca
      consigliamo i soliti 5€

      a stasera

Lascia una risposta

css.php