14 Apr

commons café | incontro con Gustavo Esteva | domenica 14 aprile ore 15

Teatro Valle Occupato | PRIMAVERA
commons café | 14 aprile ore 15

Camminare domandando: lotte e pratiche dei beni comuni
Incontro con Gustavo Esteva
moderato e tradotto da Giuseppe De Marzo

esteva2
Gli zapatisti affermano che bisogna camminare domandando: è una concezione che implica il riconoscimento degli altri come attori sociali per la costruzione di modelli alternativi, che possano esistere altre strategie, che dobbiamo mediare strategie di consultazione-consenso all’interno dei nostri movimenti e che il dialogo e il confronto come forma di articolazione è un potente veicolo tra i movimenti per smontare in modo radicale le molte forme di dominio. In questo nuovo appuntamento del ciclo Commons Cafè, incontreremo Gustavo Esteva ex amministratore e consulente dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN), con cui cercheremo di comprendere come tradurre nelle pratiche il concetto di senso comune, di riformazione nell’individuo di un patrimonio antropologico di conoscenza che si fondi sul bene comune, sul senso di comunità che è andato perdendosi ma che è necessario più che mai ricostruire. Esteva condividerà con noi la sua personale esperienza politica con l’EZLN e nelle comunità indigene in cui lui ha militato, illustrandoci come le comunità portatrici di questo senso comune si rapportano con le istituzioni e quali sono stati i momenti chiave della lotta politica con le istituzioni e il piano di legittimità. Ma vedremo anche se questo senso comune è contestuale al territorio, alla cultura del luogo, se si differenzia in base al territorio con cui si confronta e come si coniuga a quelle che sono le specificità locali, cercando di capire come sia possibile riformare a livello individuale e collettivo il patrimonio di conoscenza diffusa laddove è sparito.

estevaGustavo Esteva si definisce un attivista e un intellettuale pubblico deprofessionalizzato. Messicano, dopo una intensa e avventurosa vita da militante prima, e aver occupato importanti incarichi governativi poi, la sua prospettiva politica e sociale venne cambiata dall’incontro con Ivan Illich, di cui diverrà amico e collaboratore. Oggi vive nella regione di Oaxaca, dove ha fondato un’originale Universidad de la Tierra, conforme alle idee di Illich sul libero apprendere, in tandem con la analoga esperienza condotta in Chiapas da Raymundo Barraza. Autore di vari testi, con una vasta rete di relazioni in America Latina e fuori, è stato assessore degli zapatisti all’epoca dei Colloqui di San Andrés e ha partecipato a quella straordinaria esperienza della APPO (Assemblea Popolare dei Popoli di Oaxaca), che per alcuni mesi ha gestito autonomamente la città, prima della cruenta repressione governativa.

Confrontarci col pensiero di Esteva, un intellettuale deprofessionalizzato, come egli si definisce, autore di molti libri e innumerevoli articoli, significa entrare in comunicazione con un modo ricco e diverso di pensare l’”insurrezione”, in cui confluiscono il pensiero sovvertitore di Ivan Illich, l’esperienza ormai quasi ventennale dell’autogestione degli zapatisti, dei quali egli è stato consulente nell’elaborazione degli Accordi di San Andrés, l’esperienza innovativa dei modi di apprendimento dell’Università della Terra di Oaxaca da lui co-fondata, nonché delle varie altre esperienze intellettuali e di azione delle realtà cui egli partecipa e delle quali spesso è stato co-promotore.

Gli ultimi libri di Esteva pubblicati in Italia a cura di Asteroios ed. sono:
✖ Antistasis. L’insurrezione in corso.
✖ Torniamo alla tavola. Sovranità alimentare e cultura del cibo. (in collaborazione con il Pratec)
✖ Senza insegnanti. Descolarizzare il mondo

link utili

Gustavo Esteva in Italia a cura di Aldo Zanchetta (pdf)
comune-info
l’insurrezione in corso di Gustavo Esteva (pdf)

l’enclave mapucheesteva 1

, , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. L’Esercizio creativo | Lettera ture ispano americane - 15 aprile 2013

    […] di vita della rivista Comune-info. Il giorno dopo Esteva ha tenuto un’altra conferenza al Teatro Valle. Mi auguro di poter approfondire nuovamente questi temi in una sua prossima […]

Lascia un commento

css.php