25 Nov

CRISI – cap. 3 | Laboratorio di scrittura condotto da Fausto Paravidino | dal 19 al 25 novembre – 25 novembre PRESENTAZIONE AL PUBBLICO

 

Dal 19 al 25 novembre 2012

 

CRISI  cap. 3
Laboratorio di scrittura condotto da Fausto Paravidino

Inizia il terzo appuntamento del laboratorio sulla Crisi che partito a luglio ha la volontà di andare avanti attraverso lo studio e il lavoro con autori e attori insieme, per una scrittura che nasce sulla scena per la scena.

La Drammaturgia che al  Valle Occupato è Vocazione è divenuta plurale, è drammaturgia sotto tutte le sue forme, teatrale, di corpi, di spazi, cinematografica, televisiva. In questo momento al Valle la scrittura è più viva e attiva che mai. Le indagini che sono partite spaziano in tutti questi ambiti, a volte si contaminano, a volte si sfiorano e tutte operano all’approfondimento e alla ricerca di nuove forme di approccio alla scrittura, ma soprattutto sulla pratica e alla stesura di nuovi testi, da leggere e mettere in scena.
  Da questa estate l’impegno verso la Vocazione si è esteso, è serio, continuativo e andrà avanti durante l’anno, a capitoli con Fausto Paravidino, ma coinvolgendo anche altri autori per sperimentare altre forme  e altri approcci.

 

Cos’è un teatro che si occupa di drammaturgia? Lo stiamo immaginando così: con un gruppo di autori che si confrontano periodicamente sull’avanzamento del loro lavoro, che studiano insieme, che provano il loro lavoro con gli attori e con il pubblico, ne parlano, agiscono, sperimentano. Studiamo insieme: ci siamo dati delle suggestioni che sono il concetto di “Crisi” come tema, la finanza e il libro di Giobbe della Bibbia, ci siamo dati il compito di cercare di fare del gran teatro, lo facciamo studiando Shakespeare e lavorando in un gran teatro che è il Teatro Valle. Tentiamo un processo condiviso: scrittori che fanno degli esperimenti, che vengono studiati da attori davanti ad un pubblico. Speriamo che ne venga fuori qualcosa di buono, sappiamo che quello che ne verrà fuori sarà di tutti perché fatto insieme. La mattina, dalle 11 alle 14 lavoriamo a porte chiuse per proteggere l’intimità di chi ha bisogno che venga protetta. Al pomeriggio, dalle 15 alle 19, facciamo brutta figura in pubblico.
Fausto Paravidino

 

Partecipanti: gli stessi del primo capitolo e del secondo capitolo  (7 ore al giorno).
Uditori: un numero più allargato (tendenzialmente illimitato) di persone potrà partecipare alla parte più teorica dei lavori (4 ore al giorno).
Cittadinanza: alla fine del laboratorio ci sarà un momento di apertura alla cittadinanza, non necessariamente spettacolare, assolutamente non un saggio, dove presenteremo il percorso.

 

Orario per i partecipanti: mattina h. 11-14 | pomeriggio h. 15-19
Orario per gli uditori: pomeriggio h. 15-19

 APPUNTAMENTI
martedì 20 novembre ore 16.00: incontro con Christian Raimo
venerdì 23 novembre ore 15.00: incontro con il professore Andrea Di Maio per parlare ancora del Libro di Giobbe
domenica 25 ore 19.00: una presentazione del percorso, assolutamente non un saggio

 

CRISI 2.0. QUANDO LA SCRITTURA INCONTRA IL COMUNE
Il Teatro Valle Occupato ha superato la prima selezione del bando Che fare che dà diritto a un premio di 100.000€ per lo sviluppo di un progetto culturale.
Crisi 2.0 si ispira all’esperienza innovativa ed estremamente fertile del laboratorio di scrittura teatrale condotto da Fausto Paravidino in questi mesi e lo sviluppa con l’obiettivo di dare vita a un percorso continuo e condiviso di formazione alla drammaturgia. Un laboratorio di studio, messa in scena e confronto diretto con il pubblico.
Sostenete la candidatura del Valle occupato al premio finale votando per Crisi 2.0 (progetto n.10) dal sito
www.che-fare.com
Votate votate votate e diffondete!!!!

 

per conoscere il progetto CRISI iniziato a luglio clicca qui

Tutti i laboratori della Nave Scuola del Valle Occupato prevedono una sottoscrizione.
Siamo convinti che la formazione debba essere accessibile a tutte/i e un diritto per i lavoratori dello spettacolo: questo è un punto irrinunciabile della lotta del Teatro Valle. Per questo chiediamo a tutti i partecipanti un contributo minimo. Tale contributo, diverso a seconda della lunghezza di ciascun laboratorio ma uguale in termini di valore, è una cifra consigliata ma non vincolante. Se si hanno difficoltà a dare anche questa cifra minima, questo non può e non deve rappresentare un motivo di esclusione. Il contributo serve ad abbattere delle spese e, soprattutto, a rendere questa esperienza virtuosa: è un impegno reciproco ad avere rispetto verso il nostro lavoro. Le iscrizioni sono chiuse

Per info scrivere all’indirizzo navescuola.tvo@gmail.com specificando nell’oggetto il titolo del laboratorio.

 

, , ,

No comments yet.

Lascia un commento

css.php