27 ago

al

29 ago

LA MERDA vince il FRINGE FIRST AWARD 2012 ALL’EDINBURGH FESTIVAL FRINGE

 

Siamo orgogliosi e felici di annunciare che lo spettacolo

LA MERDA
interpretato dalla strepitosa Silvia Gallerano
scritto e diretto da Cristian Ceresoli

vince il FRINGE FIRST AWARD 2012
AL FESTIVAL FRINGE DI EDINBURGO

 

La Merda è stato definito un urlo “pasoliniano” contro la società. Protagonista una donna che attraverso un flusso di coscienza espone se stessa, il proprio corpo al pubblico, quasi come una vittima sacrificale.

 

LA MERDA vince il FRINGE FIRST AWARD 2012

LA MERDA vince l’ARCHES BRICK AWARD 2012

SILVIA GALLERANO BEST PERFORMER 2012

LA MERDA riceve la nomination ai TOTAL THEATRE AWARD

Repubblica.it

Repubblica.it

Krapp’s last post

Libero 24 x 7

“The Shit” supports Teatro Valle Occupato


The Shit has just been shortlisted for The Arches Brick Award 2012.

Nuova nomination per La Merda al The Arches Brick Award 2012 dopo la nomination ai Total Theatre Awards e la nomination a Silvia Gallerano come Best Solo Performance ai The Stage’s Edinburgh Awards. E l’Italia?

questo si chiede Cristian Ceresoli alla luce del successo che lo spettacolo ha avuto durante questa edizione del Fringe di Edinburgo

 

THE SHIT

 

LA MERDA   in lotta insieme al Valle Occupato ha partecipato alla prima rassegna di teatro indipendente organizzata quest’anno SOSTANZE VOLATILI

vi riportiamo le condizioni economiche, temporali e logistiche della faticosa realizzazione di questa prima parte dell’opera
Decalogo del Disgusto#1

1000 euro il premio in denaro
1000 euro il budget iniziale dello spettacolo, provato in casa, nelle diverse città e nello scantinato di una libreria di Roma
18 mesi di gestazione artistica e produttiva
17 presentazioni al pubblico in fase di studio e in 12 città per un percorso artistico produttivo ecosostenibile
1 microfono
7 luci
1 sgabello da circo (smontabile) 40kg, trasportato in treno
1 corpo nudo

, , , , , , , , ,

3 Responses to LA MERDA vince il FRINGE FIRST AWARD 2012 ALL’EDINBURGH FESTIVAL FRINGE

  1. Francesca 26 agosto 2012 at 20:43 #

    ma la gente deve pagare pure per vedere ste cose? capisco qualcosa di sociale e di critico, in piazza o al valle, ma pagare per vedere simil cosa mi pare pretestuoso

  2. La Fabbrica dei Sogni 26 agosto 2012 at 20:46 #

    E l’Italia? Si chiede Cristian Ceresoli.
    Da non poco tempo ce lo chiediamo anche noi.
    L’abbiamo spiegato anche quando abbiamo fatto la nostra proposta per il Valle (vedi Proposte Artisti): il nostro spettacolo “L’Enfant et la Lune” era stato selezionato all’ “Oulu Children’s Festival” in Finlandia – prima di noi una sola altra compagnia italiana, ci risulta -.
    Purtroppo per noi si tratta di uno spettacolo complesso e non avevamo i mezzi necessari per portare fin là tutta la baracca.
    E in Italia nessuno ci ha dato un mano in questo senso.
    E l’Italia? si chiede Ceresoli. In italia il bravo Ceresoli un aiuto dal Valle l’ha avuto.
    A questo punto ci chiediamo: e noi?

    • SINAGUA 27 agosto 2012 at 01:57 #

      Ciao

      ci arrivano centinaia di proposte e non riusciamo a rispondere a tutti, ci dispiace. Contiamo solo ed esclusivamente sulle nostre forze che mettiamo a disposizione senza un reddito da oltre un anno.
      Durante la prima parte dell’anno abbiamo aperto il palco a vari e differenti spettacoli dal teatro, alla musica, alla danza, fatto seminari, progetti con architetti e sostenuto altre occupazioni in tutta Italia, che attualmente operano e ospitano spettacoli.
      SOSTANZE VOLATILI è stata l’unica rassegna dove sono andati in scena 12 spettacoli scelti, però, con dei criteri precisi e dopo aver visionato altre proposte, non tutte lo ammettiamo… MA NON CE LA FACCIAMO, NON CE LA FACCIAMO!!!! SIETE TANTISSIMI…. abbiamo scelto quelli che vedete sul sito.
      LA MERDA era uno di questi ed è stato uno dei più potenti e belli. Il teatro era pieno e la gente è uscita dal teatro felice.
      Se questo spettacolo ha vinto pensiamo avrebbe vinto comunque a prescindere dal Valle Occupato
      il Valle non ha aiutato nessuno, è successo qualcosa di più bello invece e cioè che Silvia e Cristian si sono offerti di darci una mano e durante l’anno hanno partecipato con noi nella lotta, facendosi il mazzo per cercare di cambiare le cose e sostenere il Valle e continueranno a farlo.
      Non chiediamo agli artisti di partecipare all’Occupazione, ma se lo fanno sono i benvenuti. Speriamo in futuro, se ancora saremo qui, di riuscire a dare spazio a quanti più possibili

      Di questo premio dovremmo essere tutti contenti

Lascia un Commento

css.php