03 Feb

DIGOS AL TEATRO VALLE

3 febbraio 2014
DIGOS AL TEATRO VALLE

 bansktvo

Questa mattina abbiamo ricevuto una visita inaspettata. Una decina di agenti della Digos si sono presentati in teatro – mentre erano in corso due attività di formazione per professionisti –  accompagnati da ispettori del lavoro e della Asl. Abbiamo deciso di non farli entrare e, alla nostra richiesta di chiarimenti, gli agenti hanno risposto che i controlli in corso erano ordinati dalla magistratura a seguito di un’indagine per occupazione. Non abbiamo ulteriori elementi.

L’occupazione è un atto che rivendichiamo ad alta voce: è un’azione pubblica, aperta, sotto gli occhi di tutti, che ci assumiamo collettivamente. 

È un momento molto importante per il cammino del Teatro Valle Occupato: la Fondazione Teatro Valle Bene Comune è stata costituita presso il notaio il 17 settembre 2013 ed è ora in attesa di una risposta da parte del Prefetto, che dovrà esprimersi entro il 12 febbraio. 

Nel percorso di una nuova istituzione basata su autogoverno, cittadinanza attiva e innovazione culturale, visite come quelle di questa mattina rischiano di suonare come una pesante intimidazione.

Esprimiamo dunque preoccupazione per l’incapacità delle amministrazioni pubbliche a svolgere il loro ruolo di interlocuzione nei confronti della società civile. Un’assenza che può generare conseguenze pericolose, liquidando esperienze sociali e civili come questioni di ordine pubblico gestite direttamente da magistratura e forze dell’ordine.

TEATRO VALLE OCCUPATO

 

, ,

One Response to DIGOS AL TEATRO VALLE

  1. teresa gennari 4 febbraio 2014 at 12:06 #

    Sempre zelanti Digos e guardie in genere. Eppure ne hanno di corrotti da perseguire ma vanno da chi costruisce e svela i meccanismi dell'impianto finanziario/padronale/classista contro chi non HA, non possiede nè detiene nessun tipo di ricchezza e di potere. Adelante companeros! Teresa

Lascia un commento

css.php