12 Lug

LIVE YOUR POLICE REPRESSION IN GREECE

Nel gran numero di conflitti sociali che stanno “animando” i paesi intorno all’area mediterrranea europea, un nuovo editoriale dedicato alla Grecia e motivato, anch’esso, da una buona notizia, la liberazione di Kostas Sakkas, anarchico da 38 giorni in sciopero della fame.

La solidarietà dimostrata dagli attivisti nei suoi confronti e gli scontri con la polizia, sanguinosi e violenti, ma che non hanno mai scoraggiato manifestazioni e cortei, testimoniano di un popolo forte, coraggioso, disperato, che continua a tenere testa a una politica d’austerità spietata e immorale.

Solidarietà con chi lotta e resiste in Grecia

Vi lasciamo un articolo di DinamoPress, 
La Grecia contro la Troika: fino alla vittoria, fino alla fine!ma anche la testimonianza diretta di chi è stato in Grecia in questi giorni e che ha incontrato gli amici della ERT, che continuano a resistere e a trasmettere. Pubblichiamo una sua mail che ci racconta a grandi linee la situazione, ma soprattutto il quotidiano e le somiglianze con quanto succede anche qui, tra umanità e politica.

Care e cari
ieri con Andrea Tringali (Macao) abbiamo attraversato la città e siamo giunti agli studi dell’ERT, che equivale alla nostra RAI. Nel giardino c’era un live di musica e danze folk cretesi che andava anche in diretta sul sito su cui stanno continuando a trasmettere nonostante siano stati licenziati tutti e 2700 e la TV sia stata chiusa. [www.ertopen.com]
Abbiamo finalmente conosciuto Thanos che ci ha fatto entrare nella sede. Ci hanno preso i documenti, proprio come alla RAI, e ci hanno dato un pass stampa come Macao di Milano e Valle di Roma, la parola Occupato è bandita, Thanos ci dice che ci sono persone che non sono ancora pronte e alcune sperano che il governo ci ripensi, allora dicono di essere in autogestione, per questo i pass, la mensa con scontrini, per fare in modo che tutto sia come prima o forse meglio. Nel frattempo da persone incontrate a Poros e a Creto ho saputo che il Governo Greco ha affittato studi e frequenze private e continua a trasmettere, un po’ per far vedere che tutto continua e un po’ per reagire all’autogestione dei lavoratori dell’ERT. Thanos ci conferma questa storia delle frequenze private e se ne vola in un viaggio in cui ci racconta la sua vita, viaggi in India e la scoperta di essere un Antropologo Teatrale. Noi cerchiamo d’inserirci nei sui fiati chiedendo cosa possiamo fare insieme? Allora lui parte con la performance globale via Skype tra loro e tutti gli spazi (autogestiti non occupati e qui Andrea e io partiamo con la rivendicazione della parola OCCUPAZIONE) da fare tipo… domani!!!! Hanno paura che la polizia li mandi via! Suggeriamo di creare connessioni con altre realtà in città, come Empros, ma Thanos ci dice che c’è stato ma non si sono trovati… cose che conosciamo anche noi, la fatica di certe relazioni però anche la necessità di affrontare questa fatica. Vi salto inviti a tornare per parlare con i tecnici per il collegamento Skype e il tentativo di farci leggere in radio poesie di Kavafis mal tradotte in italiano e un invito a pranzo! Tutto purché si stia fuori da un contesto politico di qualsiasi tipo.
Proponiamo una diretta Streaming della serata di martedì al Valle con lo spettacolo Motus- Malina e poi collegamento skype con loro per farci raccontare cosa succede. forse Kavafis lo potremmo leggere in radio e raccontare anche cosa succede. Anche martedì sarebbe bello avere qualche giornalista televisivo per creare un ponte RAI ERT. Che ne dite?
Tony e Andrea (W la Trinacria siempre)

E ora, come voi, anche noi aspettiamo di vedere le foto e la diretta streaming…

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

css.php