19 Mar

MI VENDO L’ANIMA – una serata del diavolo con gli artisti del Teatro Valle Occupato_16/03/13

MI VENDO L’ANIMA 
una serata del diavolo
con gli artisti del Valle Occupato

per cosa ti venderesti l’anima?

il palco è una cattedrale dell’invisibile, apparizioni, sparizioni in giro tra le logge, ascolta il Signore delle mosche e la Morte ti fa bella, preparati!
Forse l’Amore è solo un giro di danza, si uccide per un fine superiore e se sei ambizioso ti aspetta un’alta Realtà, 
devi essere bravo a giocare se vuoi entrare
su cosa vuoi scommettere la Vita o la Morte?

LE REGOLE
dovrai indossare una maschera
non potrai parlare con nessuno
dovrai fare il tuo patto con il Diavolo

durante il laboratorio MENZOGNA a cura di Antonio Latella 
il Valle Occupato dedica una serata sulla figura di MEPHISTO e rende omaggio a una piccola parte della letteratura, delle arti e delle tradizioni che si sono ispirati alla sua figura.
In un percorso strutturato lo spettatore viene tentato a rivelare i suoi desideri, viene stimolato nel pensiero, e nel suo ego e bisogno.
Può scegliere di entrare in scena ed essere lui stesso quello che desidera oppure semplicemente
essere spettatore di un dialogo filosofico sull’esistenza del Diavolo ma non solo.
L’inferno lo aspetta a cielo aperto con tutti i suoi trucchi e la sua magia nera

“Chi ha detto che non esiste al mondo un amore vero, fedele ed eterno? 
Al mentitore sia tagliata la malefica lingua! Seguimi lettore, segui solo me, ed io ti mostrerò un simile amore.”
“Il Maestro e Margherita” BULGAKOV

H. 21
la reception

H. 21,30
le stanze

H. 22
il rito spettacolare

H. 23
maxtigre vs satana

con:
Nunzia Mita, Kadia Baston, Chiara Bernabei, Camilla Carè, Emiliano Campagnola, Ilaria Capanna, Lorena Cosimi, Claudia Cucco, Luca Franco, Francesco Ferrieri, Marcello Fonte, Valerio Gatto Bonanni, Maria Laura Moraci, Mario Migliucci, Mauro Milone, Daniele Natali, Mago Novas, Fabrizio Parenti, Laura Pizzirani, Francesco Primavera, Francesca Romana Di Santo, Linda Sessa, Alessandro Trapani, Luisiana Vespa, Martina Zanotti

No comments yet.

Lascia un commento

css.php