26 Nov 2014

al

26 Giu 2015

Questo non è un corso | Atto Primo | a cura di Emanuele Trevi e Teatro Valle Occupato | ottobre>giugno

ottobre 2014 > giugno 2015
#CarovanaValle | formazione | scritture

“Questo non è un corso | Atto primo”
a cura di Emanuele Trevi e Teatro Valle Occupato 

 

`•.¸.•´★La premessa★`•.¸.•´

da cui siamo partiti nella proposta di questo insegnamento, è la volontà di distanziarci da una logica universale del profitto che punta solo sul valore di scambio della «merce artistica», trasformando ogni individuo in una specie di operaio dell’immaginario, sedotto dai vantaggi puramente esteriori (denaro, promozione sociale …) del suo eventuale successo.
Le conseguenze sono quelle che abbiamo tutti di fronte agli occhi: la letteratura che, tranne pochissime isole marginali, si rivela sempre di più come una potente macchina di conformismo ed omologazione. È necessario provare a invertire questa disastrosa direzione proprio a partire dal nodo della formazione e della trasmissione dei saperi, tentando un esperimento di libertà espressiva e scoperta delle potenzialità latenti nello spazio interiore. La prospettiva del nostro corso non è quella della produzione, ma dell’esperimento su se stessi, fondato sulla premessa dell’irripetibilità e dell’unicità di ogni singolo individuo nel suo continuo lavoro di conoscenza ed espressione del mondo. Scrivere non significa dar forma a qualcosa che «funziona» in ossequio a parametri che provengono dall’esterno. Semmai, è un’articolazione fondamentale di quella che Michel Foucault definiva la «cura di sé»: un’indagine sui limiti e le possibilità del soggetto che la pratica della scrittura rende più efficace del semplice pensiero astratto.
 

`•.¸.•´★Informazioni★`•.¸.•´

Questo insegnamento prevede 10-12 incontri (1 o 2 al mese), da ottobre 2014 a giugno 2015.
Siamo lieti di essere ospitati dagli attivisti e artisti dell’Angelo Mai, senza i quali questo esperimento non sarebbe venuto alla luce in tempi così brevi, e ci organizzeremo in modo da rendere lo spazio caldo e accogliente.
La partecipazione prevede una sottoscrizione di 10 euro per ogni incontro, questo ci permetterà di avere delle piccole economie per rendere sostenibile il lavoro, contribuire all’esistenza e alle necessità del posto che ci ospita e allo spazio politico-organizzativo del Teatro Valle Occupato.
 

Per qualsiasi altra informazioni scrivere a:
`•.¸.•´★scritturatvo@gmail.com★`•.¸.•´

 
 

, , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

css.php