20 giu

NON MORIREMO NEOLIBERISTI – Assemblea pubblica | VALLE ON | mercoledì 20 dalle ore 16

Mercoledì 20 Giugno

ASSEMBLEA PUBBLICA ore 16.00-19.00

Non moriremo neoliberisti… 

Occupiamoci dei nostri soldi, a partire dai bilanci pubblici  

Invitiamo le organizzazioni, le reti e le campagne che in questi anni hanno proposto delle iniziative contro l’attuale sistema e per un diverso modello ambientale, economico, sociale e di democrazia. Dall’acqua alla finanza, dal clima alla giustizia sociale fino all’uso dei soldi pubblici. Al di là degli specifici contenuti e strategie di ogni campagna, è utile capire come fare rete e unire le forze per incidere nell’immediato e in profondità.

L’assemblea è pensata come momento operativo attorno a 3 fuochi specifici su cui raccogliere contributi e condividere le pratiche attuate:

1. Privatizzazione dell’acqua a Roma. Come leggere il piano di bilancio del Comune di Roma? 

2. Come intervenire sui bilanci e sul debito pubblico? Come utilizzare lo strumento dell’audit? Come è fatto un bilancio pubblico? Come reperirlo? Come leggere dati aggregati? Può essere uno strumento praticabile anche nelle lotte dentro le università e la scuola pubblica?

3. Al momento in cui si attivassero audit in settori diversi: come rafforzare le diverse iniziative in campo e legare i percorsi di reti e campagne? Quali strategie per tenere insieme campagne locali, nazionale e internazionale? Come costruire campagne per convincere molti ad autoridursi la bolletta come iniziativa di obbedienza civile? Siamo disposti a chiudere i conti nelle banche responsabili di crisi e speculazione? (vedi campagna Move Your Money Project  http://moveyourmoneyproject.org/)

Un piano di connessione delle lotte è quello di strategie di audit sul debito pubblico, discutendo sui bilanci e sull’uso dei nostri soldi anche come questione strettamente connessa alle lotte dei beni comuni. Possiamo immaginare di attivare insieme dei gruppi di lavoro, con competenze miste, sui bilanci dei vari settori nel Comune di Roma e potenziare il sistema di connessioni reciproche.

 

leggi articolo da comune info

 

h. 19.00 

Valle On / il foyer del Teatro Valle Occupato

con Dennis Bertolini
Miglior testo al premio Poggio Bustone 2009;  premio aggiudicato dalla Riserva Laghi Lungo e Ripasottile
per la sensibilità ambientalista di un testo che parla del valore del territorio e della memoria 

  Roberto Scippa cantautore 

 Massimiliano Loizzi Mercanti di Storie

Per festeggiare il matrimonio più lungo e bello del secolo i Mercanti di Storie tornano “a Valle” con “ Canti d’amore e altre rivolte… scusami cara ma devo salvare il mondo” pezzi, monologhi e canzoni autoprodotti e provati nei nei peggiori bar e teatri del paese.
Ecco il loro regalo : una folle serenata all’incontrario e delle urla a squarciagola contro la patria, cantate per liberare menti e luoghi occupati dal nulla… 1000 di questi giorni!
Di e con Massimiliano Loizzi (da M^C^O) dei Mercanti di Storie di Milano 

, , , , ,

One Response to NON MORIREMO NEOLIBERISTI – Assemblea pubblica | VALLE ON | mercoledì 20 dalle ore 16

  1. Enzo 20 giugno 2012 at 20:08 #

    Penso che la cosa più importante, di cui sempre in numero maggiore, in Italia e in Europa, ma non solo, è quella di avere a nostra disposizione un nuovo mezzo che ci lega tutti.
    Un nuoivo strumento di comunicaziuone, di scambio di idee e di interazione, che a costo zero può incidere in maniera molto profonda sulla qualità della vita a livello globale.
    Ma occupiamoci del nostro paese.
    E’ in atto una vera e propria rivoluzione in tutti i campi.
    Ma, occupiamoci del nostro campo di azione.
    Quì possiamo scambiare opinioni, idee che possono avere la loro valenza pragmatica e tradursi in azioni concrete.
    Abbiamo ancora i partiti politici aggrappati al loro sovvenzionamento, a cui vogliono sempre cambiare il nome ma che vogliono rimanga in nome della democrazia.
    Pensano che senza i partiti la democrazia nel nostro paese verrebbe meno,
    Forse è ancora così, Ma dobbiamo prepararci a un futuro imminente in cui potremo esprimere le nostre volontà e le nostre scelte attraverso la rete.
    E non solo. ma molti altri servizi potremo avere a un costo molto inferiore,sempre quì, sulla rete.
    Questo alleggerirà di molto il fardello di spese cui è costretto il paese, dal momento che le energie degli italiani possono essere spese in attività produttive e non su un terziario che fa acqua da tutte le parti,e forse potrà pensare alla possibilità di venir fuori dall’annoso deficit di cui soffre.
    Poi seguono le varie applicazioni specifiche.
    Il problema dell’acqua, del servizio televisivo pubblico, delle elezioni e della democrazia diretta……
    Certo andiamoci per gradi.
    Grazie dell’ospitalità.

Lascia un Commento

7ads6x98ycss.php