26 Gen

Preparazione scenografica del MACELLO DI GIOBBE @ Angelo Mai – Agosto 2014

Ripartono i lavori delle maestranze artistiche collegati alla realizzazione de Il Macello di Giobbe in vista del debutto internazionale, il 15 ottobre 2014 presso il Bozar – Le Palais des beaux-Arts di Bruxelles.

Nell’estate del 2013 è nata la prima produzione teatrale del Teatro Valle Occupato, Il Macello di Giobbe, scritto e diretto da Fausto Paravidino e nato nell’ambito del laboratorio Crisi, curato dallo stesso Paravidino. La sua messa in scena ha coinvolto decine di artisti, maestranze e operatori. Ha previsto – e prevede – laboratori per maestranze, per attori, per i compositori della colonna sonora, in cui i partecipanti si fanno protagonisti del processo creativo stesso e non ne sono meri esecutori, perché dietro questa produzione c’è tutto un teatro che vuole sentirsi partecipe di questo percorso e dei suoi risultati. Il Macello di Giobbe nasce infatti anche dalla volontà di riconnettere formazione, creazione e produzione. Per questo, nei vari laboratori formatori e allievi hanno collaborato – e collaborano – insieme, attuando quella pratica di condivisione del sapere e del processo d’ideazione che è il presupposto indispensabile per preservare il meglio dell’artigianato teatrale e restituire valore al lavoro delle maestranze. Tutti, formatori e allievi, hanno cercato di lavorare in sinergia e in costante confronto durante il lungo, e a volte faticoso, percorso creativo iniziato nell’agosto del 2013 e ancora in atto, superando così la tradizionale divisione dei vari reparti che formano uno spettacolo teatrale.
Di seguito i singoli laboratori e quello che ne è scaturito.

No comments yet.

Lascia un commento

css.php