02 Feb

al

09 Feb

TanzZeit | TEMPO DI DANZA | chi l’ha detto che la danza contemporanea è una cosa per pochi?

 tanz     dal 2 al 9 febbraio 2013     valle

TanzZeit Berlino e Teatro Valle Occupato
TanzZeit | TEMPO di DANZA

una proposta per le scuole

chi l’ha detto che la danza contemporanea è una cosa per pochi?

tanz cop

La formazione, la formazione… Se c’è una cosa che stiamo facendo qui al Teatro Valle Occupato così, senza contare, è proprio la formazione. Perché ci piace immaginare un luogo dove la formazione alle arti non è un duro calvario di raccomandazioni ma un percorso che accompagna l’essere umano nella scoperta e nella comprensione del mondo innanzitutto, per poi dargli la possibilità di elaborare criticamente il proprio sentire. Il proprio essere al mondo. Una formazione, quindi, che comincerebbe presto, dalla scuola. Nel caso specifico del workshop, la proposta è rivolta a studenti della scuola media superiore, ma la visione del lavoro, laboratorio, prove e/o spettacolo, è fortemente indirizzata a studenti di tutte le età. Come far danzare ragazzi e ragazze insieme? Come creare una coreografia? A Berlino, una danzatrice italiana formata alla scuola di Essen, Livia Patrizi, ha fondato nel 2005 un progetto rivolto a ragazzi, insegnanti e artisti, TanzZeit – Zeit für Tanz in Schulen | È tempo di Danza nelle Scuole, che ha già fatto danzare migliaia di ragazzi delle scuole di Berlino. TanzZeit, TEMPO di DANZA è una settimana dedicata alla scoperta di questo progetto, per capire, nonostante le differenze, cosa c’è di comune nel lavoro che i professionisti della danza fanno nella formazione di giovani e adulti, in Italia e in Germania. L’uomo danza da sempre. Ha combattuto danzando e ha cacciato, si è innamorato. E si è liberato dagli spirito che lo possedevano.  La danza – contemporanea – si interroga sull’uomo e sul suo stare nel mondo, sul corpo e sulle regole che lo animano. Crea linguaggio, costruisce drammaturgie, ci parla del nostro presente, di quello che  il corpo vive. E ci parla della possibilità del cambiamento. Come pensare che sia cosa riservata a pochi?

Il diritto alla formazione è questione portante delle istanze del Teatro Valle Occupato e della futura Fondazione Bene Comune.
Sennò, perché occupare da diciottomesi?

LA SETTIMANA
1. un workshop per studenti con presentazione del lavoro venerdì 8 febbraio ore 20.00
(risevato alle scuole medie superiori – per il progetto completo scarica il pdf)
2. un workshop per insegnanti e artisti sabato 2 e domanica 3 febbraio dalle ore 11.00 alle ore 18.00
3. un incontro pubblico ovvero un Commons Cafè aperto alla cittadinanza martedì 5 febbraio ore 18.30
4. uno spettacolo venerdì 8 e sabato 9 alle 21.00
(una matinée e una pomeridiana per studenti su prenotazione scrivendo a tanzzeit.tvo@gmail.com)

4. LO SPETTACOLO
W.H.A.V.T.? Wer Hat Angst Vor Tanz?
(C.H.P.D.D? Chi ha paura della danza?)
Una coreografia di Livia Patrizi con danzatori dai 16 ai 40 anni per un pubblico misto a partire dai 10 anni.
“When I dance, I know where I am.” William Forsythe
Per la preparazione di W.H.A.V. T.? sono stati intervistati dieci allievi delle scuole secondarie di Berlino sui temi “futuro”, “corpo”, “fiducia”. I giovani parlano delle loro storie quotidiane, dei loro desideri, preoccupazioni, paure – e della loro relazione con la danza. Il risultato non è solo uno studio sociologico su come la gioventù odierna fa fronte alle proprie crisi ma è anche un incontro fra diverse età, paesi di provenienza, background culturali e sociali. Il materiale delle interviste si trasforma sulla scena in brevi storie affascinanti e intime con sorprendenti connessioni fra la vita e la danza. Lo spettacolo interpreta e danza i discorsi fra la coreografa, i danzatori e i ragazzi facendo emergere proprio il bisogno di fiducia, riconoscimento e amore sia come ricerca individuale che come risposta alle richieste del mondo.
Danzatori. Murat Alkan, Ben Hasan Al-Rim, Ayse Avdic, Florian Bilbao, Elia Patrizi, Anne Luise Recke, Felix Schulze, Fidan Sirin, Wibke Storkan, Di Huyen Vo Dieu
Sponsored by the Berlin Project Funds for Cultural Education, the Berlin Senate Administration for Education, Youth and Science, Capital Cultural Funds, the Association Vincentino e.V. Sandra Maischberger für Kultur an Schulen, Berlin Alexanderplatz and Berlin Nord Rotary Clubs.
Orari spettacoli
Venerdì 8 Febbraio

ore 11:00 matinée per le scuole (su prenotazione tanzzeit.tvo@gmail.com)
ore 20:00 presentazione finale del workshop con gli studenti dei licei
ore 21:00 W.H.A.V.T.? Chi ha paura della danza?
Sabato 9 Febbraio
ore 21:00 W.H.A.V.T.? Chi ha paura della danza?
video dello spettacolo

3. Commons Café | GERMANIA-ITALIA 3-0
Un commons café per parlare del rapporto tra la formazione e il lavoro creativo e artistico. Un incontro aperto tra la compagnia tedesca, professionisti del settore italiani, gli occupanti del Teatro Valle e il pubblico.
martedì 5 febbraio ore 18.30

2. IL WORKSHOP PER INSEGNANTI, DANZATORI E COREOGRAFI
Come si trasmette la danza contemporanea nella scuole? Come si riesce a far capire che la danza è un’arte? Come si riesce a far inventare ai ragazzi i propri movimenti? Come si riesce a fare insieme una coreografia? Come si lavora con gruppi di giovani cui non importa nulla della danza? Come si riesce a far danzare insieme maschi e femmine? Come si lavora con un gruppo di 25 o 30 bambini riuscendo a entusiasmarli da un lato e a farli lavorare seriamente dall’altro? Come lavorano insieme al meglio ragazzi, insegnanti e artisti?
Il Workshop tenuto da Livia Patrizi e Jo Parkes, aperto a insegnanti e artisti risponde a queste e ad altre domande inerenti alla trasmissione della danza nelle scuole sia praticamente sia teoricamente. Si danza, sperimenta e riflette insieme su metodi, didattica, strategie e stratagemmi, che permettono la trasmissione dei processi artistici legati alla danza contemporanea nelle scuole e/o in altri gruppi di giovani.
Quando 2 e 3 febbraio dalle 11:00 alle 18:00.
Per partecipare si prega di inviare una mail con una nota di presentazione e motivazione a tanzzeit.tvo@gmail.com specificando nell’oggetto workshop #2 entro il 31 gennaio 2013.

1. IL WORKSHOP PER STUDENTI
Dal 4 all’8 febbraio | 5 incontri di tre ore ciascuno in orario scolastico (dalle 10 alle 13) o pomeridiano (dalle 15 alle 18).
Il workshop è rivolto a studenti delle scuole medie superiori, per un massimo di 40 partecipanti.
La danza
può essere un potente strumento di comunicazione e di integrazione, che permette di superare barriere linguistiche, sociali e politiche. Così come è un importante veicolo di conoscenza del corpo e di se stessi, uno straordinario canale di scoperta del mondo e delle regole che animano il movimento e le relazioni umane. Inoltre le classi saranno condotte dagli stessi giovani ragazzi della Compagnia berlinese accompagnati da una guida adulta, così che il passaggio di saperi non sia solo verso i giovani, ma venga da uno scambio peer to peer con i loro coetanei, ricchi di un’esperienza formativa e professionale, realizzata in un contesto culturale che pensa la formazione come elemento integrante della vita di ognuno. Sembra un sogno e lo è, ma dal 2 al 9 febbraio potremo viverlo insieme sul palco del Valle.
Il workshop è aperto a chi voglia seguirlo da uditore.

NOTA SU TanzZeit
Zeit für Tanz in Schulen
Tempo di danza nelle scuole
Fondato nel 2005 dalla coreografa Livia Patrizi col supporto della federazione della danza contemporanea come modulo ridotto, a oggi il progetto ha coinvolto 120 scuole berlinesi, 600 classi scolastiche, 100 artisti come insegnanti, più di 12.000 ragazzi. Ha ottenuto il sostegno delle istituzioni cittadine e nazionali e l’introduzione dell’insegnamento nell’orario scolastico, il sostegno di Radial System di Sasha Waltz e la collaborazione dei maggiori teatri di Berlino e dell’Università.
Livia Patrizi Nasce a Napoli. La sua formazione artistica si realizza alla Folkwang Hochschule di Essen, Germania. Subito dopo inizia a lavorare come Ballerina con il Cullberg Ballet – Mats Ek, con Pina Bausch, Joachim Schloemer e Maguin Marin. Dal 1994 lavora come coreografa freelance e molti suoi spettacoli hanno partecipato a festival internazionali di danza in Germania, Francia e Italia. E’ fondatrice e direttrice artistica del progetto TanzZeit – Zeit für Tanz in Schulen (È tempo di Danza nelle Scuole), nato nel 2005/2006 a Berlino. Nel 2006 è assistente di Royston Maldoon nello spettacolo di danza Carmina Burana con i Berliner Philharmonikern. Nel 2008 insieme ad Anne Neumann-Schultheiss, è stata curatrice di TANZHOCHDREI un festival internazionale di danza contemporanea per ragazzi, a Berlino nel teatro alla PARKAUE. E’ anche direttrice artistica della TanzZeit Jugendcompany (Compagnia Giovani) fondata nel 2008. Nel 2012 presenta Abrazos, spettacolo creato su commissione del Senato alla cultura di Berlino per celebrare i 25 anni dell’amicizia franco-tedesca. Nel contesto del “Year Book Danza 2010”, pubblicato annualmente dalla prestigiosa rivista tedesca di danza , _TANZ_ ha ricevuto il premio “Vettore di Speranza 2010”. www.tanzzeit-schule.de
CONTATTI E INFO
Per ogni ulteriore informazione vi preghiamo di scrivere a tanzzeit.tvo@gmail.com.

 

, , , , , , , , ,

5 Responses to TanzZeit | TEMPO DI DANZA | chi l’ha detto che la danza contemporanea è una cosa per pochi?

  1. Laura Delfini 15 gennaio 2013 at 17:28 #

    Gentilissimi, stamattina ho ricevuto una vostra visita presso il liceo (Lucrezio Caro di Roma, sezione Arti e Spettacolo) dove insegno danza dal 2004. Sono molto felice della vostra iniziativa. Mi fa piacere, però, aggiungere che la danza nella scuola pubblica in Italia ha un'ampia diffusione da una quindicina di anni, che esistono luoghi prestigiosi di formazione dei formatori (caposcuola il Mousikè di Bologna, ma anche Danza.comm di Danzarte di Brescia e La danza va a scuola di Choronde Progetto Educativo di Roma) e che da dieci anni la DES (Associazione Nazionale Danza Educazione Società) realizza convegni e pubblicazioni da dieci anni su tematiche inerenti la danza nella scuola e nel sociale. Questo lavoro in Italia è fra i più preziosi e profondi fra le tante iniziative di danza.
    Complimenti per le tante attività!
    Laura Delfini

  2. Alessandra 2 febbraio 2013 at 15:03 #

    Ciao mi chiamo Alessandra vorrei venire a vedere lo spettacolo venerdì 8 o sabato 9 febbrario per lo spettacolo W.H.A.V.T? Devo prenotare? Scusate ma non vivendo a Roma non sono mai venuta al valle.
    Grazie
    ale

    • Lorena 2 febbraio 2013 at 20:48 #

      in linea di massima, non non hai bisogno di prenotare. il teatro è grande e fino a 500 spettatori non ci sono problemi!
      a presto

  3. Anastasia 21 giugno 2014 at 11:38 #

    Buongiorno vorrei sapere se questa settimana TANZ ZEIT si ripeterà anche quest anno (2014-2015) ed eventualmente quando e i costi?

    grazie mille

  4. Aurora 2 settembre 2014 at 15:50 #

    Ci sono spettacoli a Roma ? Ricevo un'ospite il 10 settembre da Rio de Janeiro che si occupa di danza e teatro contemporaneo e vorrebbe vedere un spettacolo. Grazie

Lascia un commento

css.php