20 Nov

Teatro Valle Occupato saluta il nuovo CDA dell’Italia – #Teskietti&Algida per il Valle Occupato

 

Teatro Valle Occupato saluta il nuovo CDA dell’Italia

 

Finalmente l’Italia l’ha capito! Dopo che la nostra classe politica ha gettato la spugna – umiliata da un sistema di pressione e di creazione del consenso altamente più efficiente di qualsiasi manipolazione dell’informazione – la soluzione è apparsa chiara a tutti: non abbiamo bisogno di un governo, ma di un Consiglio Di Amministrazione.  

La battaglia non si gioca più sul piano delle idee, non abbiamo più a che fare con banali definizioni di felicità o passioni ideali, ma con numeri e sigle; abbiamo a che fare con una Finanza Globale che apre nuovi mercati semplicemente facendo fallire uno stato e privatizzandolo, rendendo merce ciò che prima era un  servizio primario essenziale o un bene comune.

Per gestire oculatamente tutta questa ricchezza, questo nuovo enorme mercato fatto di acqua, salute, trasporti, cultura, monumenti, istruzione, emozioni, sesso,  informazioni e a breve, grazie all’inquinamento,  anche di aria pura, non serve certo un governo ma un Consiglio Di Amministrazione, che grazie al Mercato ci libererà in un batter d’occhio del fastidioso e ormai obsoleto inestetismo delle clientele e delle mazzette.

E il governo Monti mette in campo le eccellenze italiane in fatto di finanza ed economia, tutte persone con le competenze giuste per far parte di un CDA degno di una multinazionale come la Coca-Cola. Quasi tutti  i nuovi ministri hanno già fatto parte di un consiglio di amministrazione di un’università privata a vocazione economica o di una banca.  E i pochi che non ne hanno fatto parte sono comunque delle eccellenze nel loro campo. Il nostro simpatico capo dello Stato e il più serioso ma ironico primo ministro hanno messo in campo i “galacticos” dell’Italia che conta, conosciuti all’estero e molto educati, se non addirittura eleganti. 

E non viene dimenticata la parte irrazionale e spirituale dell’uomo, anzi verrà privatizzata e valorizzata,  lasciandola in gestione ad un’eccellenza da duemila anni in questo campo: il Vaticano. 

La politica non ha più appeal, la gente non ha più voglia di sprecare tempo per farsi un’opinione, ma niente paura: il nuovo CDA dell’Italia sta già studiando due nuove possibili forme di privatizzazione della politica. Previo pagamento del canone programmi come Porta a Porta e Ballarò forniranno alla popolazione due modelli di coscienza civile ad alta digeribilità: il “già pensato” e il più ricercato “già sentito” con in più una spolverata di passione politica e un pizzico di spiritualità, prodotto di qualità DOCC (denominazione di origine catto comunista). I radical chic non si sentano persi, il Valle Occupato sta lavorando per loro: un prodotto opinionistico studiato ad hoc sarà presto disponibile e a sottoscrizione libera, naturalmente.

Una delle nuove prime forme  di sviluppo studiate dal nuovo governo sarà la messa in vendita di due nuovi prodotti finanziari, i Bot e i Btp saranno affiancati dai nuovissimi Bod e Bos: Buone Opinioni di Destra e Buone Opinioni di Sinistra, con la possibilità di scommettere nel periodo appena precedente a quello delle elezioni. I nuovi prodotti saranno gestiti da una joint venture tra il Ministero del Tesoro e la SNAI e messi in vendita nelle sale giochi statali di futura realizzazione.

In CDA we trust!

 

#Teskietti&Algida per il Valle Occupato

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

css.php