04 Gen

al

06 Gen

Valle dei Ragazzi #3 | GEK TESSARO “Bestiolini” + “Il cuore di Chisciotte” | 4 – 6 gennaio 2014

logone

 

ALTRESISTENZE
duemila13 duemila14

 

ИUOVE GEИERAZIOИI | VALLE DEI RAGAZZI
4 – 5 – 6 gennaio

 

GEK TESSARO
in

BESTIOLINI + IL CUORE DI CHISCIOTTE + IL LABORATORIO

 

 REPLICA STRAORDINARIA!!!!
de
IL CUORE DI CHISCIOTTE 

 

programma della BEFANA del 2014 del Valle Occupato sarà:

6 gennaio

ore 17:00 spettacolo “Bestiolini” (dai 4 anni)

ore 19:00 spettacolo “Il cuore di Chisciotte” (dai 10 anni)

 

 

BESTIOLINI

BESTIOLINILa danza sgangherata dei molesti ma tenerissimi abitanti dei prati.

In un prato apparentemente
Sembra che non ci sia quasi niente
I fiori, gli steli, le foglie qua e là
Ma siamo sicuri che sia tutto qua?
Se in mezzo all’erba ti metti a cercare
Tanti piccoletti potrai incontrare
Corrono, saltano, son birichini
Ecco a voi i bestiolini.


Dall’omonimo libro edito da Panini prendono vita storie di insetti e di altri piccoli abitanti del prato. La narrazione allegra e giocosa, tenera talvolta, semplice tanto da essere adatta ad un pubblico anche di piccolissimi, ma ricca al contempo di spunti di riflessione su temi molto impegnativi.

 

 

IL CUORE DI CHISCIOTTE

CHISCIOTTELo spettacolo propone un percorso di suggestioni liriche sul tema dei cuori in viaggio. Il leitmotiv è il Don Chisciotte, il cuore del cavaliere errante. E’ la lettura che lo farà diventare matto, la lettura come forza travolgente ed inarrestabile, la lettura come magia. E’ quindi il leggere ad acquistare un ruolo centrale in questa libera rivisitazione dell’immortale personaggio di Cervantes Il cuore di Chisciotte è uno spettacolo visionario e poetico. I cuori diventano i diversi temi trattati dal Cervantes per descrivere la figura del cavaliere errante. Il cuore dei matti. Il tema della pazzia, ma anche del coraggio. Il tema per eccellenza donchisciottesco, il combattere contro i mulini a vento, l’inutilità del gesto ma anche la bellezza dell’ostinazione, della resistenza, anche nella consapevolezza dell’impossibilità di vincere, il tema dell’onestà, dell’etica. Il tema del viaggio e della scoperta. Si sa, si conosce, si impara viaggiando. Vedere è conoscere, è la curiosità che ci permette di imparare. Il tema della diversità e dell’amicizia. Chisciotte e Sancho: l’uno educato, colto e magro, l’altro villano, ignorante e grasso. Quale può essere l’incastro felice per due figure così diverse e come proprio questa diversità li possa rendere così indispensabili l’uno per l’altro. Il tema dell’amore. Dulcinea, la figura femminile idealizzata, ma anche la consapevole necessità indispensabile dell’altra metà del cielo. La morte. Il fuoco che si spegne e le riflessioni del proprio essere, esistere e del significato infine delle impronte lasciate.

 

LABORATORIO
“Due occhi, un naso, una bocca”

laboratorio di educazione all’immagine

Di una persona, la prima cosa che guardiamo è la faccia. È dall’espressione della faccia che comprendiamo immediatamente se il nostro interlocutore è arrabbiato, felice, spaventato o pensieroso. Il viso, per esprimersi, si serve dei suoi elementi costitutivi fondamentali. Gli occhi, in primo luogo. Gli occhi possono essere tristi, trasmettere un senso di stanchezza, essere spalancati di stupore o di collera, e gli occhi ridono (ridere non è una prerogativa assoluta della bocca). Il naso può esprimere grande curiosità (ficcanaso), petulanza (il naso all’insù di certe signorine), ci può raccontare uno sport (il naso maltrattato di un pugile), di un vizio (il naso rosso degli ubriachi). La bocca conclude la serie ed essendo l’unica parte ossea mobile della faccia, è naturalmente ricca di possibilità espressive. Tutti noi, inoltre, abbiamo una faccia che appartiene a una certa tipologia: quadrata, triangolare, rotonda, allungata (da cavallo), spigolosa, irregolare, generosa di mento, avara di fronte, con gli zigomi sporgenti, eccetera. La posizione degli elementi occhi-naso-bocca è infine fondamentale: combinati in maniera diversa danno risultati sorprendentemente interessanti.

Il laboratorio si rivolge a bambini ragazzi e adulti
per informazioni ed iscrizioni valle.ragazzi@gmail.com
mettendo in oggetto il nome del laboratorio

 

PROGRAMMA DELLE GIORNATE

4 gennaio
ore 17:00 laboratorio per bambini, ragazzi e adulti “Due occhi un naso una bocca”

5 gennaio
ore 17:00 spettacolo “Bestiolini” (dai 4 anni)
ore 19:00 spettacolo “Il cuore di Chisciotte” (dai 10 anni)

6 gennaio
ore 17:00 spettacolo “Bestiolini” (dai 4 anni)
ore 19:00 spettacolo “Il cuore di Chisciotte” (dai 10 anni)

 

Il teatro disegnato
Per chi disegna lasciarsi influenzare da una musica può risultare un gioco affascinante. Può diventare un tentativo di riprodurre i sentimenti che la musica ispira. In questi lavori il procedimento vuole essere ancora più suggestivo, è il tentativo concreto di riprodurre in immagini i suoni, di trasformare le note in segni, le pause in vuoti, i suoni gravi in pennellate più dense, gli acuti in graffi. Figure d’ombra e sagome animate vengono a completare l’interpretazione di alcuni brani, caratterizzando in modo più esplicito le atmosfere delle storie. La divisione degli spazi corrisponde alle diverse lunghezze delle pause, alle cadenze dei segni. E’ la traduzione visiva del brano. Le musiche determinano il flusso, il ritmo, il timbro delle storie, costituite da narrazioni e filastrocche originali. Guardare la musica, ascoltare le immagini.

, , , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. Nuove Generazioni. La stagione di teatro per ragazzi al Valle Occupato | Mi prendi la luna, papà? - 30 dicembre 2013

    […] GEK TESSARO Leggi qui il programma delle giornate […]

Lascia un commento

css.php