22 mar

al

24 mar

VALLE DEI RAGAZZI | Incontro pubblico a cura di Giorgio Testa | Compagnia Rodisio “Storia di una famiglia” | 22 – 24 marzo

 

VALLE DEI RAGAZZI
la mezza stagione

 

22 MARZO ore 17.00-20.00
# FAMIGLIE A TEATRO. DOVE, QUANDO, PERCHÉ…
Esperienze a confronto
Incontro a cura della Casa dello Spettatore coordina Giorgio Testa

L’ipotesi di un bambino che esce da solo per andare a teatro o che magari sceglie, come Pinocchio, di non andare a scuola per andare a teatro, è puramente fantastica (in tutti i sensi)!
Di qui la necessità di un adulto mediatore che lo accompagni a vivere questa esperienza. Per lo più questo mediatore è l’insegnante e il tempo di visione è quello scolastico. A volte mediatore è il genitore e il tempo è il giorno di festa, numerose programmazioni domenicali dei teatri per l’infanzia lo testimoniano.
L’incontro è dedicato alla discussione di questo fenomeno, a partire da alcune domande: chi sono i genitori che portano a teatro i figli? Cosa li muove, come vengono “chiamati” ed eventualmente “educati”? Vedere uno spettacolo con mamma e papà, cosa può significare per un bambino? E per un genitore condividere uno spettacolo con il proprio figlio?

 

23 MARZO ore 19.00 | 24 MARZO ore 17.00
compagnia RODISIO
STORIA DI UNA FAMIGLIA
dai 6 anni

di Manuela Capece e Davide Doro
con Beatrice Baruffini, Davide Doro, Consuelo Ghiretti

una produzione compagnia RODISIO
con il sostegno di Carte Blanche – Festival Volterrateatro 2007 (IT) Teatro Spazio Reno – Calderara di Reno (Bologna, IT) ABC Association Bourguignonne Culturelle – Dijon (FR)

Spettacolo vincitore Best Artistic Achievement e Grand Prix TIBA Festival 2008, ASSITEJ Centre of Serbia, Belgrado (Serbia)
Spettacolo vincitore Golden Zar Ptica al X Naj Naj Naj Festival 2010 – Zagabria (Croazia)
Spettacolo vincitore di Festebà 2008 – Festival Ferrara Estate Bambini

Spettacolo tradotto in inglese, francese, spagnolo, greco e russo.

rosidio5

Allora.
C’erano un uomo e una donna.
L’uomo che è molto romantico e ci sa fare, porta la donna in un bel ristorantino.
Mangiano ad un tavolino a lume di candela e bevono del vino rosso.
Poi l’uomo tira fuori un regalo.
Lei fa gli occhi a forma di cuore e lui fa il sorriso da scemo.
Poi si baciano e poi si sposano.
E poi come coronamento del loro sogno d’amore arriva una bella bambina.
Così, quelli che erano solo un uomo e una donna, diventarono ben presto un bel papà e una bella mamma.
Una famiglia insomma.
E tutto va come deve andare.

Questa è la storia di una famiglia come tante. O forse no.
È la storia di una mamma, di un papà e di una bambina, che ci fanno entrare a casa loro.
Ancora di più. Nella loro cucina. Ancora di più. A tavola.
E a tavola li guardiamo vivere. Li guardiamo nella loro bella vita piena.
Li guardiamo a tavola perché quando si mangia non si mente.
O forse sì.

Alla base della poetica e della prassi sceniche della compagnia RODISIO ci sono la ricerca, la rielaborazione e la composizione di materiali teatrali, raccolti nel corso di numerosi workshops e laboratori con i bambini che la compagnia da anni tiene nelle strutture teatrali italiane ed internazionali.
È proprio da immagini, parole, idee, spunti di riflessione e stimoli, che emergono durante questo tipo di lavoro, e che provengono dai bambini stessi, che la compagnia elabora successivamente i propri spettacoli. L’attività teatrale fatta con i bambini diventa dunque momento fondamentale ed imprescindibile nel processo creativo che genera gli spettacoli.

, , , , ,

No comments yet.

Lascia una risposta

css.php