newhome

13 Set

NOI SIAMO IL 99% | Noam Chomsky | giovedì 13 ore 19

Le persone sembrano conoscere tutto del May Day, tranne quando comincia
Noam Chomsky, Huffington Post

 

Giovedì 13 settembre alle ore 19

La lotta di classe del 99% 

Incontro/dibattito

con 
Luciana Castellina, Mattia Diletti, 

Stefano Rodotà e Mattia Toaldo

a partire dal libro

Noi siamo il 99%

di Noam Chomsky
(Nottetempo, 2012) 

Il libro raccoglie gli interventi di Noam Chomsky, tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012, ad alcune assemblee di Occupy, il movimento di contestazione e disobbedienza civile nato negli Stati Uniti nel settembre 2011 per protestare contro il potere incontrollato del capitalismo finanziario che, pur rappresentando solo l’1% della popolazione, ha trascinato in una crisi senza precedenti l’economia mondiale. Il lettore italiano sentirà questo libro presto “familiare”: perché i problemi politici, economici e sociali di cui Chomsky parla, messi all’ordine del giorno dai partecipanti al movimento, sono analoghi a quelli con cui ha a che fare il nostro paese in questo momento critico della sua storia. Chomsky abbraccia le istanze di Occupy che testimoniano l’esigenza di una rivoluzione pacifica, attraverso nuove forme di discussione e partecipazione democratica e la costruzione di un nuovo concetto di cittadinanza attiva.

Uno dei fuochi del libro è la riflessione sulla rappresentanza.


Perché
, da un canto, le corporation hanno statuto di persona e, d’altro canto, viviamo in una società che nega – può negarelo status di persona per esempio ai migranti? Che cosa è diventata e qual è il senso della rappresentanza democratica? E chi ha diritto ai diritti?

 

Luciana Castellina, giornalista e scrittrice, ma soprattutto militante politica, si è iscritta al PCI nel 1947, partito da cui è stata radiata nel 1969 quando, con Magri, Natoli, Parlato, Pintor e Rossanda, fonda il manifesto, di cui diviene una delle voci piú autorevoli. Con La scoperta del mondo, il suo diario dai quattordici ai diciotto anni, che racconta la sua adolescenza e la sua iniziazione politica, è stata finalista al Premio Strega.

Mattia Diletti è ricercatore in Scienza politica presso l’Università La Sapienza di Roma; collabora con il GeopEC-Crs. Ha scritto I think tank. Le Fabbriche delle idee in America ed Europa (Il Mulino) e Come cambia l’America. Politica e società ai tempi di Obama (Ed. dell’asino, con Martino Mazzonis e Mattia Toaldo).

Stefano Rodotà è Professore Emerito di Diritto Civile all’Università La Sapienza di Roma. Collabora con la Repubblica. È stato Garante per la protezione dei dati personali dal 1997 al 2005, e ha presieduto dal 1998 al 2002 il Gruppo dei garanti europei. Ha insegnato in molte università estere, tra cui l’Ecole de Droit Panthéon-Sorbonne di Parigi, l’All Souls College di Oxford e la Stanford Law School. È stato deputato al Parlamento italiano e membro dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa. I suoi ultimi libri sono: Perché laico (Laterza, 2009), Che cos’è il corpo? (Luca Sossela Editore, 2009) e Diritti e libertà nella storia d’Italia (Donzelli, 2011).

Mattia Toaldo è ricercatore in Scienza Politica all’Università di Roma Tre, insegna politica italiana allo Ies di Roma. Collabora con Il Messaggero e con Limes. Ha scritto Come cambia l’America. Politica e società ai tempi di Obama (Ed. dell’asino, con Martino Mazzonis e Mattia Diletti).

Noam Chomsky (1928) è il piú famoso linguista, filosofo e teorico della comunicazione statunitense. Professore emerito di linguistica al Massachusetts Institute of Technology è riconosciuto come il fondatore della grammatica generativo-trasformazionale. Fin dagli anni ’60 è sempre in prima fila nelle lotte della sinistra radicale americana.

 

 

 

 

, , , , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. » Roma: presentazione di “Siamo il 99%” al Teatro Valle su Edizioni Nottetempo - 7 settembre 2012

    […] per saperne di più clicca qui […]

Lascia un commento

css.php