newhome

22 Dic

OPERAZIONE OGRO | presentazione libro + proiezione film | Domenica 22 dicembre ore 20:30

CineValle

presenta

 

Domenica 22 Dicembre 2013 ore 20:30

 

OGRO l’edizione definitiva, inedita in Italia, del libro

 OPERAZIONE OGRO

 di Julien Agirre

a cura di Marco Laurenzano

 

ospiti della serata: Picci e Marco Pontecorvo

 

Il 20 dicembre 1973 l’ammiraglio Luis Carrero Blanco detto “l’orco”, Presidente del Governo spagnolo e delfino designato alla successione del dittatore Francisco Franco, saltava in aria mentre con la sua dodge nera rientrava, come ogni mattina, dalla messa. ETA, l’organizzazione indipendetista basca sorta in clandestinità quindici anni prima per combattere il franchismo, rivendicò immediatamente la paternità dell’azione, che portò in tempi rapidi ad un avvitamento del regime e ad un’accelerazione del processo di transizione. Pochi mesi più tardi la scrittrice ed intellettuale antifascista Eva Forest intervistò a lungo i membri del commando che organizzò l’azione, da quell’intervista nacque il libro Operazione Ogro, come e perchè abbiamo giustiziato Luis Carrerro Blanco. Uscito in Francia nel 1974 ed in Italia l’anno successivo (Eva Forest utilizzò all’inizio lo pseudonimo di Julien Agirre), Operazione Ogro costituì poco dopo il soggetto per la sceneggiatura dell’ultimo film di Gillo Pontecorvo, Ogro, alla cui redazione lavorarono, oltre a Pontecorvo, anche Ugo Pirro e Giorgio Arlorio. Il film, dopo molte peripezie e ripensamenti, venne presentato al Festival di Venezia del 1979, presieduto da Carlo Lizzani.

A distanza di 40 anni la Red Star Press ripropone il libro, curato e tradotto da Marco Laurenzano, nella sua edizione definitiva del 1993, finora inedita in Italia.

 

 

ogro-locandina2ore 21:00 | proiezione del film

OGRO

 di Gillo Pontecorvo

con Gian Maria Volontè

 

Pontecorvo ci racconta la formazione politica dei quattro attivisti dell’ETA e la preparazione dell’attentato attenendosi rigidamente alla verità storica. I quattro educati ai valori degli indipendentisti da preti nazionalisti si erano poi divisi sui metodi per raggiungere la libertà politica.
Nel colloquio finale del film si dibatte il tema della violenza politica tra Txabi, che persegue il mito sanguinoso di una perfetta sovranità popolare e che nella Spagna post-franchista continuerà a fare il terrorista in nome della sua fede politica e il suo fraterno amico Ezarra che, pur avendo guidato l’operazione Ogro, crede che la violenza possa essere giustificata solo per opporsi alla violenza della dittatura ma che questa diventa fanatismo quando vi siano gli strumenti politici democratici per combattere, coraggiosamente e pazientemente, per la realizzazione dei propri ideali.

 

Info
http://redstarpress.it/
https://www.teatrovalleoccupato.it/

 

 

 

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

css.php