newhome

20 Gen

al

23 Giu

LE SINDACALI al VALLE per attori e performers! Da febbraio a giugno

ALTRESISTENZE 2013 2014

LE SINDACALI DI TEATRO AL VALLE

Nel mondo della danza c’è la consuetudine, da parte di strutture e compagnie di arti coreografiche, di rivolgere lezioni aperte a interpreti professionisti – a dei costi molto accessibili – per consentire di mantenere preparati e aggiornati gli strumenti del proprio mestiere.

Queste lezioni sono chiamate ‘sindacali’.

Seguendo questa sana e felice pratica a servizio degli artisti della danza, crediamo sia arrivato il momento di estendere l’opportunità anche agli attori e ai performers della scena, arricchendo le lezioni sindacali di nuove materie e cominciando ad aprire tutti i nostri teatri e spazi culturali, pubblici e privati, alla formazione permanente degli artisti dello spettacolo.

alessandro fabrizi

Immaginiamo che, nelle mattine libere dalle attività sul palco, i teatri di ogni città possano ospitare artisti professionisti e in formazione per incontrarsi, lavorare insieme ad arricchire i propri strumenti e la propria esperienza, facendo diventare la nostra categoria – spesso spaesata e in competizione – una autentica comunità di lavoratori, nella condivisione di risorse e necessità.

Il Teatro Valle Occupato vuole contagiare con le buone pratiche. Ha chiesto ad artisti ‘maestri’ qualificati di organizzare e condurre queste sindacali ogni lunedì a partire dal 3 febbraio fino a giugno, dalle 10 alle 13, con dei cicli di lezioni della durata di un mese.

Il palco del Valle diventa così la casa dove allenarsi, conoscersi, confrontarsi,  guidati da altri artisti che mettono a disposizione le proprie competenze, le proprie conoscenze e il proprio percorso.

Le nostre ‘sindacali’ sono aperte a 25 attori, danzatori e performers con esperienza professionale e ad allievi in formazione avanzata. La scelta del gruppo sarà curata dagli artisti ‘maestri’. Ciascuna lezione prevede un contributo di 2 euro a persona.

Possono essere seguite in platea come uditori da quanti ne faranno richiesta.

Consideriamo la formazione permanente un impegno. Con noi stessi, con il nostro mestiere, con la nostra comunità di lavoratori!

 

IL PROGRAMMA

 dal 3 febbraio al 31 marzo (tranne lunedì 10 marzo) Si comincerà il 3 febbraio per 8 lunedì con Alessandro Fabrizi, regista e insegnante di voce del metodo Linklater.

Al cuore del Metodo è la scoperta e il potenziamento della propria “voce naturale”: questa è la nostra voce, la voce che è in noi “per nascita”, da non confondere con la voce che ci è “familiare”. Perché la voce di ogni individuo è nel corso della nostra vita modellata e condizionata da influenze esterne e da scelte personali relative all’immagine che si vuole dare di sé stessi.

 

•• dal 7 aprile al 28 aprile Silvia Calderoni, attrice della compagnia Motus, guiderà un allenamento fisico.

lunedì 7, lunedì 14, martedì 22, lunedì 28 dalle 10 alle 13.

 

••• A maggio avremo Frey Faust, danzatore e coreografo americano, ideatore del metodo axis syllabus coadiuvato da Maria Borgese.
ATTENZIONE! Le classi di lavoro avranno una forma di laboratorio intensivo di 3gg, 24>25>26 maggio h.16>h.18 Maggiori informazioni.

 

•••• dal 9 giugno al 23 giugno sarà la volta di Francesco Manetti, attore, regista e insegnante, che guiderà un allenamento di “Stage Combat”.

 

Un combattimento in scena deve possedere tre requisiti fondamentali: deve essere sicuro, credibile ed emozionante. Perché siano presenti queste caratteristiche, due cose sono necessarie: un totale controllo dell’azione da parte degli esecutori e la consapevolezza da parte del pubblico che a essere in pericolo siano i ”personaggi” non gli attori. Il miglior modo per ottenere questa “illusione”, mantenendo ininterrotta la sospensione dell’incredulitàpropria del teatro, è che chi combatte sia in grado di farlo!

 

Ma la pratica dello stage combat non fornisce solo “abilità di combattimento”, è una efficace via per ottenere un’ alto livello di complicità e di comunicazione tra gli attori. Lo studio del combattimento scenico, associato ad altre tecniche di movimento, come la contact improvvisation o il View point (tecnica che si basa sulla scomposizione degli elementi dello stare in scena: tempo, durata, risposta cinestetica, relazione spaziale, ripetizione, topografia, gesto, forma, architettura) permette all’attore di lavorare sulla propria consapevolezza fisico scenica mantenendo sempre come fulcri fondamentali la chiarezza delle intenzioni e l’efficacia dell’azione.

 

Ogni azione scenica mostra un conflitto, compito dell’attore è mostrarne con chiarezza i bersagli, la posta in gioco e la relazione tra le parti in conflitto: lo stage combat è un training che con estrema semplicità aiuta l’attore a farsi le giuste domande.

lunedì 9, 16 e 23 giugno 2014, h.10>13.

 

Per partecipare potete inviare un breve curriculum con le vostre esperienze e la vostra formazione all’indirizzo sindacali.valle@gmail.com

Ogni sessione di allenamento è gratuita.
E’ gradita una sottoscrizione libera o un aiuto pratico per il sostentamento e la cura del Teatro Valle.

, , , , , , ,

2 Responses to LE SINDACALI al VALLE per attori e performers! Da febbraio a giugno

  1. Lina 16 gennaio 2014 at 12:40 #

    Bella iniziativa! Come si fa ad essere uno dei 25?

  2. irene russolillo 20 gennaio 2014 at 15:57 #

    grandi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!bellissimo.

Lascia un commento

css.php