newhome

16 Dic

PICCOLI PEZZI poco complessi | InBalia Compagnia Instabile | Domenica 16 ore 21

 

“PICCOLI PEZZI POCO COMPLESSI”
un omaggio a Michel Houellebecq e alle sue “Particelle Elementari”

 

Dichiarazione di Poetica
Fare un bambino, un autoscatto, unʼopera dʼarte. Guardarsi allo specchio.
Farsi un ritratto o una bella scopata, creare a propria immagine e somiglianza.
Creare. Un avatar, un account in rete, un esperimento genetico e altro. Ancora.
Prolungarsi, moltiplicarsi. Finirsi.
“Piccoli Pezzi” è una spettacolare riflessione sulla riproduzione e il terrore di scoprirsi inefficaci, sterili,
poco rappresentativi di se stessi e del tempo in cui si vive.
Una drammaturgia di corpi e parole sulle possibilità riproduttive della specie umana e i suoi effetti collaterali.
Una scena co/stretta. Due uomini, talmente diversi da essere fratelli, si ignorano.
(Fratello = la cosa più vicina a me e più lontana da me)
Una donna, afflitta da desiderio di maternità, li prova.
(Desiderio = bugia. Una bugia è utile quando aiuta a trasformare la realtà)
Tre universi che mutano continuamente, fra amplessi acrobatici, analisi del sangue, videochattate e giri al supermercato. Le masturbazioni di tre individui dispersi nelle stanze vuote delle loro case, muti lungo i viali luminosi della loro città. La Paura nei loro cromosomi, Paura come risorsa per sopravvivere, Paura degli altri per sopravvivergli. Se stiano cercando un figlio o una buona ragione per estinguersi è difficile da stabilire: questa è lʼepoca dellʼuomo e della sua riproducibilità tecnica. Fino a considerare la possibilità del proprio superamento. Fino a La Fine

.

Drammaturgia: Magdalena Barile
Con Marco Cacciola, Lucia Mascino e Francesco Villano
Coreografia: Lara Guidetti
Scene e costumi: Petra Trombini
Luci: Luigi Biondi
Organizzazione: Debora Meggiolaro
Regia: Marco Cacciola e Francesco Villano

Questo lavoro è un esperimento, un figlio, con due padri. Siamo partiti accogliendo le differenze, accettando lʼindipendenza dellʼaltro, senza paura di perdere la nostra individualità. Ci siamo circondati di persone/artisti che stimiamo, co/autori che hanno influenzato le nostre scelte, condividendo con noi codici e linguaggi differenti, a volte anche contrastanti. Il tema è la procreazione, biologica e artistica, in tutte le sue accezioni, anche le più estreme. La paura di una scelta, la responsabilità legata al fare. La tecnologia qui è usata come filtro, come una maschera per nascondersi o per denudarsi. In questo nuovo fluorescente mondo Huxleyano nessuno sembra potersi o volersi veramente prendere la responsabilità di un incontro, di un atto autentico, generatore di senso. Ogni azione è condizionata dalla volontà di controllare per non essere controllati. Una Paura che detta regole di sopravvivenza, per resistere al tempo, per non perdersi nel passaggio dallo stato di figli a quello di genitori. Una fuga nella mediocrità. In questo non luogo tutti si studiano, tutti cercano di soddisfare i propri desideri attraverso lo sfruttamento dellʼaltro, di sponda, sempre continuando a vagare in universi paralleli. Nel liquame di queste ossessioni contemporanee, riconosciamo ancora, tuttavia, lʼumanità, la contraddittorietà, la bellezza, la natura del divino e del poetico di una razza che ancora, forse, non ha ceduto alla tentazione di estinguersi. Fino a oggi.
Marco Cacciola e Francesco Villano

 

 

 ░░░17/22 dicembre h10,30/18 @Nuovo Cinema Palazzo░░░
Laboratorio teatrale DA OGGETTO A SOGGETTO
su “Amleto” di W. Shakespeare

condotto da InBalìa_Compagnia Instabile
Per partecipare: invia breve partecipazione + motivazioni a laboratoricinemapalazzo@gmail.com (max 15 persone)

Rivolto ad attori, danzatori, collaudatori, aspiranti, simpatizzanti, pubblico, uditori, autori, lettori….
Per info:
http://www.nuovocinemapalazzo.it/2012/12/09/laboratorio-teatrale-da-oggetto-a-soggetto/
https://www.facebook.com/events/119803024849845/

InBalìa_Compagnia Instabile:
http://inbalia.it/pagina-di-esempio/

Il progetto è stato a Macao, al Teatro Garibaldi di Palermo e è in corso all’ex-Asilo Filangieri: https://www.facebook.com/events/134709470013952/

, , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

css.php