newhome

29 Giu

Teatro Valle Occupato: rifacciamoci il senno di Alessandro Bergonzoni

Teatro Valle Occupato: Alessandro BergonzoniRiproponiamo le parole di Alessandro Bergonzoni al Teatro Valle Occupato il 26 giugno 2011 all’interno della programmazione serale.

“La chiusura di un teatro ha a che fare non solo con Roma, la politica.. nemmeno solo con i fondi, le manovre economiche, le gestioni degli enti.” La chiusura di un teatro “ha a che fare con un altro tipo di evasione. Ci obbligano a pensare che la cultura, lo spettacolo devono essere evasioni e non pensiero, coscienza e creazione. Ci obbligano a credere che sia intrattenimento e passatempo e non cultura, perchè non vogliono solo chiudere  i teatri, ma le teste.. le anime.. le intelligenze.. vogliono chiuderci le idee a suon di mezzi di distrazione di massa.. a suon di televisione delinquente e malata.. a suon di anestetizzatori sociali, di miti che derivano solo da mitezze […] per sentirci attratti dal successo e non dal far succedere, dall’avvenenza e non dal far avvenire.. come succede in un teatro”.

,

3 Responses to Teatro Valle Occupato: rifacciamoci il senno di Alessandro Bergonzoni

  1. editorintropico 29 giugno 2011 at 17:42 #

    e chi si fosse persa l’intervista sull’intervento video di bergonzoni al valle: http://www.paesesera.it/Cultura-e-spettacolo/Teatro-Valle-Bergonzoni-Ci-stanno-chiudendo-il-pensiero

  2. muvideo 30 giugno 2011 at 08:06 #

    l’ho visto, l’ho sentito,, l’ho rivisto e risentito e ancora risentito e rivisto
    Sarebbe da imparare a memoria

  3. riccardo 4 luglio 2011 at 12:48 #

    Grande intervento di Bergonzoni che và all’essenza del problema: ci vogliono diseducare!!!!

Lascia un commento

css.php