newhome

20 Lug

Valle, le note per cambiare

 

Nicola Piovani propone che la storica sala sia destinata alla musica. Replicano Battistelli, Trovajoli, Scaparro, La Vecchia, Annechino

di Rita Sala

 

Nicola Piovani ha lanciato la proposta sulle pagine del Messaggero: il Valle sia dato alla musica, lo si riconsegni, dato che l’antico teatro romano con la musica è nato

leggi articolo

, , , , ,

2 Responses to Valle, le note per cambiare

  1. stefano arditi 20 luglio 2011 at 12:52 #

    se la gestione del valle, da affidare a qualcuno, è auspicata come quella del triunviro letta/renzi/banca.. bhe, addio!!!
    Il progetto musica mi sembra un doppione se non un triplone. il parco della musica importa e produce insieme al teatro dell’opera, che ha ben tre sedi, musica a sufficienza. In Italia mancano i luoghi di sperimentazione pura. Quelli per la nuova drammaturgia, quelli per la danza, quelli per i giovani CONTEMPORANEI. Certo, c’è tutto un patrimonio del 900 da valorizzare, ma esistono anche, già, i luoghi per farlo. Eppoi, ma quest’idea che un luogo debba essere restituito alla sua storia? Vedo meglio che la storia la continui verso il futuro. Cosa lasceremo ai nostri diretti posteri? Nel colosseo vogliamo continuare ad uccidere i cristiani, visto che è nato con quell’intento? No, con la destinazione musicale, da musicista, non sono d’accordo.

  2. enrico parisio 20 luglio 2011 at 13:27 #

    credo che il Valle sia già stato affidato a qualcuno, a tutti coloro che ora lo stanno facendo rifiorire, senza gestori appartenenti a cordate politiche o imprenditori di videopoker….

Lascia un commento

css.php